Food

I 50 migliori ristoranti del mondo. Best Restaurants 2017

The World’s 50 Best Restaurants è una sorta di Oscar dell’alta gastronomia che premia ogni anno i cinquanta migliori ristoranti del mondo. Nell’edizione 2017 perde il primo posto l’ Osteria Francescana di Massimo Bottura.

The World’s 50 Best Restaurants nasce nel 2002 da un’idea partorita in seno alla rivista inglese Restaurant Magazine. L’edizione 2017 – guidata da una giuria di 837 esperti – vede come main sponsor San Pellegrino, Diners, Ferrari, Grana Padano, Miele, Lavazza, Estrella Damm, Tourism Australia, Visit Melbourne, Wine Australia, Silestone by Cosentino, Aspire Lifestyles, Calia, The Melbourne Gin Company, Etihad, Rockpool Events & Catering, Qt Melbourne, Grand Hyatt Melbourne, Sustainable Restaurant Assoc., Farm Africa.

L’ Osteria Francescana di Modena di Massimo Bottura, dopo il trionfo come migliore ristorante del mondo nell’edizione 2016 (qui la classifica completa 2016), scende quest’anno al secondo posto, superata dall’ Eleven Madison Park di New York. Gli altri ristoranti italiani presenti nella classifica 2017 sono: il Piazza Duomo di Alba dello chef Enrico Crippa al quindicesimo posto, Le Calandre di Sarmeola di Rubano degli chef Raffaele e Massimiliano Alajmo al ventinovesimo posto, il Reale di Castel di Sangro dello chef Niko Romito al quarantatreesimo posto. Facendo un confronto con la presenza italiana nel 2016 scopriamo – oltre al passaggio dal primo al secondo posto dell’Osteria Francescana di Bottura – la crescita di due posizioni del Piazza Duomo (dal diciassettesimo al quindicesimo posto), la crescita di ben dieci posizioni de Le Calandre (dal trentanovesimo al ventinovesimo posto), l’uscita dalla classifica del Combal.zero di Torino dello chef Davide Scabin (l’anno scorso era al quarantaseiesimo posto), e l’ingresso in classifica del Reale di Castel di Sangro dello chef Niko Romito.

I 50 MIGLIORI RISTORANTI DEL MONDO 2017 – THE WORLD’S 50 BEST RESTAURANTS

1 Eleven Madison Park, New York, Stati Uniti

2 Osteria Francescana, Modena, Italia

3 El Celler de Can Roca, Girona, Spagna

4 Mirazur, Mentone, Francia

5 Central, Lima, Perù

6 Asador Etxebarri, Axpe, Spagna

7 Gaggan, Bangkok, Thailandia

8 Maido, Lima, Perù

9 Mugaritz, San Sebastian, Spagna

10 Steirereck, Vienna, Austria

11 Blue Hill at Stone Barns, Pocantico Hills, Stati Uniti

12 Arpege, Parigi, Francia

13 Alain Ducasse a Plaza Athenee, Parigi, Francia

14 Restaurant Andrè, Singapore

15 Piazza Duomo, Alba, Italia

16 D.O.M., San Paolo, Brasile

17 Le Bernardin, New York, Stati Uniti

18 Narisawa, Tokyo, Giappone

19 Geranium, Copenaghen, Danimarca

20 Pujol, Città del Messico, Messico

21 Alinea, Chicago, Stati Uniti

22 Quintonil, Città del Messico, Messico

23 White Rabbit, Mosca, Russia

24 Amber, Hong Kong, Cina

25 Tickets, Barcellona, Spagna

26 The Clove Club, Londra, Inghilterra

27 The Ledbury, Londra, Inghilterra

28 Nahm, Bangkok, Thailandia

29 Le Calandre, Sarmeola di Rubano, Italia

30 Arzak, San Sebastian, Spagna

31 Pavillon Ledoyen, Parigi, Francia

32 Attica, Melbourne, Australia

33 Astrid e Gaston, Lima, Perù

34 De Librije, Zwolle, Olanda

35 Septime, Parigi, Francia

36 Dinner by Heston Blumenthal, Londra, Inghilterra

37 Saison, San Francisco, Stati Uniti

38 Azurmendi, Larrabetzu, Spagna

39 Relae, Copenaghen, Danimarca

40 Cosme, New York, Stati Uniti

41 Ultraviolet by Paul Pairet, Shangai, Cina

42 Borago, Santiago del Cile, Cile

43 Reale, Castel di Sangro, Italia

44 Brae, Birregurra, Australia

45 Den, Tokyo, Giappone

46 L’Astrance, Parigi, Francia

47 Vendome, Bergisch Gladbach, Germania

48 Restaurant Tim Raue, Berlino, Germania

49 Tegui, Buenos Aires, Argentina

50 Hof Van Cleve, Kruishoutem, Belgio

One comment

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>