Beverage

Guide dei vini. Qual è la preferita dagli italiani?

Tra le grandi guide dei vini in commercio qual è la preferita dagli italiani? Secondo l’ultima indagine dell’Università Politecnica delle Marche la guida considerata più attendibile dai consumatori è – anche quest’anno – la guida Vini d’Italia del Gambero Rosso.

Qui su Universofood seguiamo sempre le classifiche delle guide di settore, e dopo aver esaminato lo scorso anno le classifiche 2015, abbiamo già visto in quest’ultimo mese le classifiche 2016 di Vini Buoni d’Italia del Touring, le classifiche 2016 de I vini d’Italia de L’Espresso, le classifiche 2016 della guida Vini d’Italia del Gambero Rosso e le classifiche dei sommelier AIS (guida Vitae – AIS).

Ma quali sono le guide considerate più credibili dagli italiani? L’Istituto marchigiano di tutela vini (Imt) ha commissionato anche quest’anno all’Università Politecnica delle Marche uno studio sul gradimento delle guide vinicole, uno studio che non dice nulla sulla qualità e sul rigore delle guide ma si limita a verificare se e quanto sono seguite e apprezzate dagli italiani. L’indagine, realizzata dal professor Gabriele Micozzi (docente di Marketing) ha portato a questi risultati: la guida preferita dagli italiani è Vini d’Italia del Gambero Rosso (indice di gradimento 0,88); al secondo posto c’è la guida I vini d’Italia de L’Espresso (indice 0,73), e al terzo c’è Slow Wine (indice 0,72); seguono – nell’ordine – la guida 5 grappoli – Bibenda (0,70), Veronelli (0,55), Vitae – AIS (0,55), Vini Buoni d’Italia del Touring (0,49) e Doctor Wine (0,42).

Un anno fa – nel novembre del 2014 – la classifica di gradimento era invece questa: Vini d’Italia del Gambero Rosso (indice di gradimento 0,90); 5 grappoli – Bibenda (0,72); Veronelli (0,66); L’Espresso (0,63); Slow Wine (0,60); Vini Buoni Touring (0,55); Vitae – AIS (0,40); Doctor Wine (0,38). Che cosa è cambiato? Facendo il confronto con le classifiche 2014, la testa della classifica non cambia, e la guida del Gambero Rosso è sempre la preferita dagli italiani. Dietro al gambero Rosso, però, nell’ultimo anno c’è stato qualche movimento: è cresciuto il gradimento per la guida I Vini d’Italia de L’espresso, che nel 2014 era al quarto posto, mentre ora è la seconda guida ai vini preferita dagli italiani; è cresciuto il gradimento per Slow Wine, che sale dal quinto al terzo posto; piace invece meno agli italiani la guida Bibenda, che era la preferita dopo il Gambero Rosso un anno fa mentre ora è al quarto posto.

0 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.