News

Frutta italiana. Costi di produzione aumentati del 50%

frutta italiana costi aumentati frutta italiana costi aumentati

Frutta italiana: la guerra della Russia in Ucraina, la crisi internazionale, gli aumenti dei prezzi e i rincari energetici hanno determinato un aumento dei costi del 51% per la produzione di frutta in Italia.

 

I dati pubblicati dalla Coldiretti il 4 aprile segnalano nell’ultimo mese – a causa della guerra e dei conseguenti aumenti dei prezzi e rincari dell’energia – un aumento del 51% per i costi di produzione di frutta in Italia (aumento che è addirittura del 67% nel caso dei fiori e dei prodotto dell’ortofloricoltura). L’aumento dei costi dell’energia, dei costi per riscaldare le serre e dei costi per carburanti, fertilizzanti e imballaggi, sta mettendo a dura prova – unitamente all’emergenza siccità – un settore – quello ortofrutticolo – che in Italia vale 15 miliardi di fatturato (tra fresco e trasformato), per un totale di 300mila aziende agricole e 440mila posti di lavoro. Tra le voci di spesa delle famiglie italiane, peraltro, l’ortofrutta è al primo posto, con una media di 105 euro di spesa al mese, ma con consumi che sono già scesi del 3% nell’ultimo anno.

Il Presidente della Coldiretti Ettore Prandini ha spiegato:per difendere il patrimonio ortofrutticolo italiano occorrono interventi immediati e strutturali. Vanno bene, nel frattempo, gli accordi di filiera con precisi obiettivi qualitativi e quantitativi, e prezzi equi che non scendano mai al di sotto dei costi di produzione, come prevede la nuova legge di contrasto alle pratiche sleali. Ma è necessario anche aumentare la produzione e le rese dei terreni, con bacini di accumulo delle acque piovane per combattere la siccità“.

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.