Beverage

Bibite in Italia. I dati 2020 sulle vendite

bibite in italia dati 2020 bibite in italia dati 2020

Bibite in Italia: il mercato delle bevande analcoliche nel nostro Paese è in crescita nell’ultimo anno, e torna a registrare numeri positivi dopo anni di crisi.

 

I dati Beverfood, pubblicati a febbraio 2020 e relativi all’anno 2019, segnalano un quadro positivo per le vendite di bibite gassate e lisce nell’ambito della Grande Distribuzione e dei discount. Nel 2019 sono stati venduti nel complesso un miliardo e 689 milioni di litri di bibite, per una cifra totale di un miliardo e 656 milioni di euro, con una crescita del 4% in valore (+3,4% nei canali GDO e +6,5% nei discount), e una crescita dell’1,4% in volume (+1,1% nella GDO e +1,9% nei discount) rispetto al 2018.

Tra le bibite in Italia la più popolare è sicuramente la cola, con 706 milioni di litri e un totale di 701 milioni di euro venduti nel 2019, con una crescita in valore del 3,3% in ambito GDO (ipermercati, supermercati) e del 6,5% nei discount. Al secondo posto, tra le bevande più apprezzate dagli italiani, troviamo le bibite a base di tè, che nel 2019 hanno totalizzato vendite pari a 364 milioni di litri in volume e 354 milioni di euro in valore, con una crescita in valore del 3,1% nella GDO e del 2,7% nei canali discount e con il consolidamento sul mercato di Fuze Tea, il nuovo brand di Coca Cola (che nel frattempo ha acquistato anche Lurisia). Un’altra bevanda molto popolare, ma con consumi in calo, è l’aranciata: le vendite 2019 hanno raggiunto i 196 milioni di litri e 140 milioni di euro, con una contrazione in valore del 2% in ambito GDO e dello 0,3% nei discount. Per quanto riguarda invece le altre bevande gassate “minori” (limonata, spuma, chinotto, gassosa, acqua tonica, cedrata, ecc.), il dato 2019 segnala vendite complessive pari a 324 milioni di litri e 249 milioni di euro, con una crescita in valore del 6,7% in ambito discount e dello 0,1% nella GDO. Quello degli energy drink è invece un comparto ancora relativamente ristretto ma in forte crescita, nonostante il prezzo medio sicuramente elevato (3,61 euro al litro, di molto superiore al prezzo medio delle bibite in Italia, che è di 0,98 euro al litro): nel 2019 sul mercato italiano sono stati venduti 23 milioni di litri di energy drink, per un totale di 83 milioni di euro, cifra in crescita (rispetto al 2018) del 13,8% nella GDO e del 17,9% nei discount. E in forte crescita è anche il comparto degli integratori, sport drink e acque aromatizzate, con 57 milioni di litri e 79 milioni di euro venduti nel 2019, in crescita a valore (rispetto al 2018) del 15,1% nella GDO e del 15% nei discount. Per quanto riguarda infine le bibite lisce “minori” (aloe drink, tisane fredde, acqua di cocco, ecc.), i numeri pubblicati da Beverfood parlano di 19 milioni di litri e 50 milioni di euro venduti nel 2019, con una crescita annua in valore del 7,1% in ambito GDO e del 27,5% nei canali discount.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.