Beverage

Acque in boccioni. I numeri 2020 in Italia

acque in boccioni 2020 italia acque in boccioni 2020 italia

Acque in boccioni (sistemi di dispensing per l’acqua, water cooler, colonnine refrigerate): quanto vale il settore in Italia? Quante macchine ci sono? Che dimensioni ha il business e qual’è il fatturato annuo?

 

Secondo i dati pubblicati da Beverfood a gennaio 2020 quello delle acque in boccioni è un comparto molto interessante del food & beverage italiano. Storicamente molto presenti nel mondo anglosassone (Stati Uniti e Gran Bretagna), i water cooler e i distributori e dispenser di acqua hanno iniziato a diffondersi in Italia nei primi anni Duemila, e hanno avuto una forte crescita nel nostro Paese, che è oggi il primo mercato europeo (davanti a Francia e Germania) per il settore delle acque in boccioni.

Oggi in Italia il settore ha raggiunto un fatturato annuo di quasi 78 milioni (euro 77.937.133,55), per un totale di 1.835.540 boccioni a rendere e 6.178.482 boccioni a perdere messi in commercio, 275.436 macchine installate, 145.904.382 litri distribuiti in un anno, un totale annuo di 729.521.910 erogazioni, e un fatturato medio annuo per refrigeratore pari a euro 282,36. La più importante federazione e associazione di categoria è Watercoolers Italia, e i principali operatori di mercato sono riconducibili a cinque gruppi: BluSEMCulliganDrink Cup e Acquaviva.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.