News

Ecofood Prime. La nuova app contro lo spreco alimentare

ecofood prime spreco alimentare ecofood prime spreco alimentare

Ecofood Prime: si chiama così la nuova app Made in Italy creata per favorire acquisti consapevoli e limitare lo spreco alimentare.

Ecofood Prime nasce da un’idea di due giovani imprenditori siciliani, Martina Emanuele e Giuseppe Blanca, fondatori dell’agenzia di marketing e comunicazione Olivia, ed è un progetto che ha ottenuto finanziamenti dalla Regione Sicilia e dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, e che ha come partner Expocook, Sanlorenzo Mercato e Slow Food. Al momento l’app Ecofood Prime è partita in via sperimentale nella citttà di Palermo (con offerte speciali per le aziende iscritte a Confcommercio), e se ci sarà il successo sperato sarà poi proposta anche in altre città.

Il funzionamento di Ecofood Prime è molto semplice: i punti vendita che si iscrivono hanno la possibilità di mettere in vendita prodotti alimentari di qualità ma vicini alla scadenza, con difetti estetici o presenti in eccedenza a magazzino, e i consumatori iscritti ricevono offerte interessanti da parte di negozi e supermercati vicini. Sono evidenti i vantaggi per i rivenditori, che riescono in questo modo a vendere prodotti altrimenti difficili da “piazzare”, evitando i costi di smaltimento dell’invenduto, e al tempo stesso possono acquisire nuovi clienti e rafforzare l’immagine dell’azienda. Per i consumatori l’occasione è quella di acquistare prodotti di qualità risparmiando e diventando nel contempo cittadini ecologicamente responsabili. E oltre ai vantaggi dal punto di vista del contenimento dello spreco alimentare, Ecofood Prime ha anche un lato solidale: i consumatori iscritti che lo desiderano possono – oltre che acquistare per sè – anche donare prodotti alimentari alle onlus e associazioni attive nel mondo del volontariato e del Terso Settore che aderiscono all’iniziativa (a Palermo hanno già aderito anche nomi di primo piano come la Caritas e Missione di Speranza e Carità). Infine c’è un lato social, in Ecofood Prime: ogni utente può creare un proprio ecofrigo virtuale, condividendo sui social network i cibi acquistati o donati

0 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.