News

Nuovi finanziamenti Mipaaf per il settore oleario

nuovi finanziamenti mipaaf per il settore oleario nuovi finanziamenti mipaaf per il settore oleario

Nuovi finanziamenti Mipaaf per il settore oleario: sono stati stanziati 5 milioni per coprire gli interessi maturati nel 2019 sui mutui bancari.

 

Seguiamo sempre qui su Universofood tutto ciò che riguarda i finanziamenti pubblici al settore agricolo e alimentare, e abbiamo visto di recente tutte le novità – su questo fronte – contenute nella Legge di Bilancio 2021, nel Milleproproghe 2021 e nel bando 2021 per l’agricoltura biologica. Un’altra novità interessante riguarda il settore oleario, a cui il Mipaaf destina ora 5 milioni di euro, per la copertura (totale o parziale) dei costi degli interessi maturati dalle imprese nel 2019 sui mutui bancari contratti entro la data del 31/12/2018.

Le imprese interessate devono presentare domanda a Ismea (l’ente incaricato dal Mipaaf per l’erogazione dei finanziamenti), allegando la seguente documentazione:

–   dichiarazioni sostitutive di atto notorio per aiuti “de minimis” nell’ultimo triennio

  • dichiarazioni sostitutive di atto notorio riportante certificato iscrizione alla CCIAA
  • dichiarazioni sostitutive di atto notorio riportante la media produttiva degli ultimi tre anni

  • copia del contratto del mutuo

  • attestazione prodotta dalla Banca, relativa ai costi sostenuti per gli interessi bancari dell’anno 2019.

La ministra Teresa Bellanova ha commentato in questi termini i nuovi finanziamenti Mipaaf per il settore oleario:con questo Decreto vogliamo contribuire con ulteriori risorse alla ristrutturazione del settore oleario, anche alla luce delle condizioni di particolare criticità produttive e per il rilancio della produttività e della competitività. Rispondiamo alle difficoltà che la filiera agroalimentare sta affrontando con un solo obiettivo strategico: mettere in sicurezza l’intera filiera e ogni singolo segmento, condividendo con l’intero settore anche le modalità attuative delle misure, quanto a semplificazione e sburocratizzazione, perché ogni provvedimento sia capace di rispondere sempre più e meglio alle esigenze e difficoltà specifiche“.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.