Beverage

Miglior sommelier italiano 2019. Vince Carlotta Salvini

miglior sommelier italiano 2019 miglior sommelier italiano 2019

Miglior sommelier italiano 2019: nella nuova edizione del concorso nazionale per il miglior sommelier d’Italia della Fisar (Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori) ha vinto il primo premio Carlotta Salvini, 31enne di Siena.

 

Inisme all’AIS (Associazione Italiana Sommelier), la Fisar è la più importante associazione di categoria in Italia. Ogni anno la Fisar organizza un importante concorso per premiare i migliori sommelier nazionali, concorso arrivato con il 2019 alle ventiseiesima edizione. Nella finale, che si è tenuta sabato 16 novembre presso l’Acquario di Livorno, ha trionfato Carlotta Salvini, giovane senese trentunenne che lavora come hospitality manager a Felsina. E’ dunque una donna a vincere il titolo di miglior sommelier italiano 2019, con un traguardo che rafforza ulteriormente la presenza femminile nel settore, a otto anni di distanza dal lancio del progetto Fisar in Rosa, partito nel 2011 con lo scopo di “valorizzare e promuovere la figura della donna sommelier e il ruolo delle donne che operano nel vasto mondo del vino”.

 

Intervistata da Siena News, Carlotta Salvini ha commentato in questi termini la vittoria come miglior sommelier italiano 2019:è stata un’emozione unica, una soddisfazione personale ma anche per la delegazione di Siena, perché comunque parliamo di un lavoro di squadra che viene fatto e portato avanti. Tanti mi hanno aiutato e supportato e mi hanno dato dei consigli assolutamente utili. Il team ha funzionato e ce l’abbiamo fatta. Il mondo del vino mi è sempre piaciuto, così come la campagna e la natura che mi hanno sempre affascinato. Mi sono laureata in Agraria e a breve mi laureerò anche in Enologia. Ovviamente frequentare corsi di sommelier è fondamentale, io ho terminato il terzo livello nel 2016. Ricordo che al primo corso di sommelier che frequentai provai una emozione incredibile mentre assaggiavo un vino, quel momento lo ricordo bene ed è sempre presente dentro di me“.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.