Beverage

Mixology 2018. Quattro nuove tendenze cocktail

mixology 2018 nuove tendenze cocktail mixology 2018 nuove tendenze cocktail

Mixology 2018: secondo uno studio targato Diageo Reserve sono quattro le nuove tendenze per l’anno nuovo nel mondo dei cocktail.

In occasione della nuova edizione 2017 (la nona) della Diageo Reserve World Class è stata diffusa una stima sulle nuove tendenze nel mondo dei coktail, con l’individuazione di quattro grandi trend nella mixology 2018:

 

1. Sustainable Serve – i cocktail ecosostenibili

I cocktail diventano sempre più eco-sostenibili. Il 50% dei consumatori è disposto a pagare un sovrapprezzo del 10% per cocktail prodotti nel rispetto dell’ambiente e secondo criteri di responsabilità sociale, e i proprietari dei locali e i bartender devono tenere conto di questa nuovo trend, che comporta un taglio agli sprechi e una maggiore attenzione a origine e filiera delle materie prime e degli ingredienti utilizzati nelle preparazioni.

 

2.  Signature Serves – i cocktail originali ideati ex novo

I clienti cercano sempre di più delle cocktail experience uniche, con cocktail originali ideati dagli stessi locali, come fu per esempio a suo tempo (negli anni Trenta del ‘900) con il Bellini, creato all’Harry’s Bar di Venezia da Giuseppe Cipriani. I bar di successo oggi devono proporre cocktail propri, ed eventualmente anche un percorso di assaggi analogo ai menù degustazione dei ristoranti.

 

3. Culinary Cocktails – abbinamenti tra food e cocktail

La mixology gastronomica è un nuovo trend sempre più importante, su un doppio binario: scelta dei piatti migliori da abbinare ai cocktail, e utilizzo dei prodotti alimentari più interessanti per preparare i cocktail stessi. Il grande bartender oggi deve avere anche competenze e capacità da chef.

 

4. Cocktails at Home – preparare i cocktail a casa propria

Sono sempre di più i bevitori che amano cimentarsi in casa propria nella preparazione di cocktail, e questo trend potrebbe portare a un crescente successo di siti, blog e libri a tema, e anche di corsi per non professionisti che desiderano acquisire le basi del mestiere per stupire i propri ospiti in occasioni speciali o anche semplicemente per bere meglio nella propria quotidianità domestica.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>