News

Street Food. +13% in Italia nel 2016

Nell’ultimo anno sono cresciute del 13% le imprese italiane di ristorazione ambulante. Oggi sono 2.271, con un boom soprattutto in Lombardia, Lazio e Puglia.

Il cosiddetto “Street Food” naturalmente c’è sempre stato nelle nostre città, e qui su Universofood abbiamo recensito di recente un libro – “C’erano una volta cibi di strada” – che racconta tutti i vecchi mestieri del gusto, dal ranaiolo al lumacaio e dal porchettaio all’acciugaio. Ma è negli ultimi anni che dopo un lungo periodo di oblio è tornata l’attenzione sui venditori ambulanti di cibi e bevande. Dall’inizio della crisi abbiamo assistito più in generale a una crescita in Italia del commercio ambulante (+17% tra il 2008 e il 2016), con numeri particolarmente significativi per i commercianti ambulanti di prodotti di gastronomia, un fenomeno che ha spinto il Gambero Rosso nel 2013 a dedicare un’apposita guida allo Street Food.

Gli ultimi dati diffusi dalla Coldiretti (elaborazioni Coldiretti su dati Unioncamere) confermano questa tendenza: nell’ultimo anno sono aumentati del 13% gli esercizi di ristorazione ambulante nel nostro Paese. Al 30 marzo 2016 risultano infatti registrate in Italia 2.271 imprese di ristorazione ambulante, mentre esattamente un anno prima (al 30 marzo 2015) le registrazioni erano 2.017. Le regioni con il maggior numero di venditori ambulanti di cibi e bevande regolarmente registrati sono la Lombardia (288 imprese; un anno fa erano 228), la Puglia (271 imprese; un anno fa erano 261) e il Lazio (237 imprese; un anno fa erano 218). Seguono la Sicilia (201 imprese a marzo 2016 contro le 191 del marzo 2015), la Campania (189; 169), il Piemonte (187; 172), il Veneto (161; 140), la Toscana (142; 117), l’Emilia Romagna (137; 133), la Sardegna (128; 108), l’Abruzzo (68; 64), la Calabria (56; 41), le Marche (45; 36), il Trentino Alto Adige (41; 36), il Friuli Venezia Giulia (33; 29), la Basilicata (28; 23), l’Umbria (21; 19), la Liguria (18; 16), il Molise (15; 13), la Valle d’Aosta (5; 3).

0 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.