Food, News

Fusione tra due giganti dell'industria alimentare. Nasce la nuova società Kraft Heinz Company

I gruppi Kraft e Heinz hanno annunciato una maxi fusione che segna la nascita di un nuovo grande colosso del settore alimentare: Krat Heinz Company.

 

La Kraft è una multinazionale statunitense fondata a Chicago nel 1903, e nota al pubblico italiano per alcuni brand alimentari celeberrimi come Philadelphia, Sottilette, Maionese Kraft, Oro Saiwa, Milka, Hag, Tuc, Fonzies, Splendid, Ritz, Cipster, Fattorie Osella. La Heinz è una multinazionale statunitense fondata nel 1869, e conosciuta in Italia soprattutto per il ketchup e la salsa barbecue, per i biscotti Plasmon, per gli omogeneizzati Nipiol, per i prodotti per celiaci BiAglut, per i prodotti dietetici e ipoproteici del marchio Aproten, e per i prodotti alimentari venduti in farmacia con il marchio Dieterba.

La fusione tra Kraft e Heinz porta ora alla creazione di un nuovo gigante del settore alimentare – Kraft Heinz Company, un colosso con un fatturato stimato in 28 miliardi di dollari. Il controllo della nuova società – con il 51% delle azioni – va agli azionisti di Heinz (la società brasiliana di private equity 3G Capital, e Berkshire Hathaway, la finanziaria di Warren Buffett), che hanno investito nell’operazione 10 miliardi di dollari. Alex Behring, chairman di Heinz e managing partner di 3G Capital, è il presidente del nuovo gruppo, mentre l’amministratore delegato di Kraft John Cahill diventa il vicepresidente. Gli azionisti di Kraft detengono il 49% del nuovo gruppo e beneficiano di un dividendo extra di 16,50 dollari ad azione.

Kraft Heinz Company

Il miliardario americano Warren Buffett, considerato il principale artefice della maxi fusione, ha dichiarato: “abbiamo lavorato all’accordo per sole quattro settimane. Sono felice di avere avuto un ruolo nel mettere insieme due società vincenti e i loro marchi iconici. Questo è il mio genere di transazione, unire due gruppi di fama mondiale e creare valore per gli azionisti. Kraft ha molti brand che mi piacevano trent’anni fa e che mi piacciono ancora, sono duraturi. Ma queste non sono attività statiche, almeno altri quattro nuovi prodotti arriveranno prossimamente”. Mentre per Kraft la fusione arriva in un momento molto difficile: soltanto nell’ultimo trimestre del 2014 il gruppo ha perso 398 milioni di dollari.

(Luigi Torriani)

0 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.