News

Caffè. Verso la capsula: quando rappresenta una soluzione reale al caro-bolletta

verso la capsula soluzione caro bolletta verso la capsula soluzione caro bolletta

Macchina a motore tradizionale o macchina elettrica? Caffè con macchina tradizionale in grani o caffè in capsule? Come nel mondo automobilistico anche nel settore del caffè si possono individuare due grandi schieramenti.

Articolo di Marianna Odorico – www.tucoffeeitalia.com

Il procedimento per la preparazione del caffè con le capsule è stata un’invenzione che ha fatto insorgere i cultori del caffè. L’invenzione si deve all’ingegnere svizzero Eric Favre, specializzato in aerodinamica, si dice in seguito ad una scommessa con la moglie italiana Annamaria nel 1975.
Tuttora c’è chi pensa che il miglior caffè sia sempre quello fatto con i grani. Poi c’è la corrente di pensiero che crede nell’innovazione e porta avanti la causa dei sistemi a capsule, che hanno riscontrato un eccellente successo tra quelle attività che vogliono offrire un buon caffè anche con bassi consumi (fino a 100 caffè giornalieri).
Il caffè in capsule nel mondo HORECA ha quindi trovato la sua perfetta collocazione in tutte quelle attività come chioschi, ristoranti, trattorie, B&B, pub, birrerie, centri sportivi, uffici, eccetera.

Ma la qualità è la stessa?

E’ una credenza diffusa che il caffè del bar con la macchina tradizionale sia più buono, ma è davvero così? Perché la macchina tradizionale in grani esprima un ottimo caffè devono essere rispettate alcune condizioni: la miscela deve essere buona ma soprattutto la macchina deve essere gestita correttamente. Le macchine in grani infatti necessitano di una importante e attenta manutenzione ordinaria eseguita dalla figura del barista, cioè una persona addetta e formata appositamente, che sia in grado di utilizzarla correttamente e di dedicare il tempo necessario alla pulizia quotidiana.
Con il sistema in capsule invece, grazie al binomio macchina Made in Italy professionale e capsule con miscele di polvere di caffè puro, si ottiene un caffè altrettanto cremoso e buono con una qualità costante e garantita dal primo all’ultimo caffè della giornata, anche senza la figura di un barista professionista. Inoltre non vengono richieste lunghe operazioni di pulizia e manutenzione giornaliera.
In questo caso riveste una grande importanza la scelta della capsula e del suo contenuto: le migliori contengono fino a 7,5 grammi di pura polvere di selezionate miscele di caffè.
Se quindi a livello di gusto la macchina del caffè in grani e la macchina in capsule si equivalgono, la vera differenza la fanno i consumi di energia elettrica e la quantità di caffè erogati.
Consideriamo alcuni aspetti importanti.
Le macchine in grani per esprimere un caffè di qualità devono stare accese costantemente.
Al contrario le macchine in capsula vanno in temperatura già in pochi secondi prima dell’utilizzo, ed è possibile decidere di tenere acceso anche un solo gruppo per volta.
La macchina in grani necessita di una presa trifase, mentre quella in capsula lavora con una normale presa a 220 v.
Inoltre alla macchina tradizionale in grani va affiancata un’altra macchina per i solubili come ginseng, orzo, cioccolata. Invece con il sistema in capsule un’unica macchina può fare il caffè e tutte le altre bevande.
Tutti questi fattori incidono notevolmente sul consumo di energia elettrica.

Ma allora quando conviene utilizzare le capsule?

Dipende dal costo dell’energia elettrica e dal numero di caffè erogati.
Ipotizzando un costo medio attuale dell’energia elettrica di 0,60 € al kwh la macchina in grani conviene sopra i 500 caffè al giorno (se il costo dei grani è 25€/kg), sopra i 300 caffè al giorno (con costo dei grani di 20 €/kg) e sopra i 180 caffè al giorno (con costo dei grani di 15 €/kg).
Al di sotto di queste soglie conviene la macchina in capsule.
Vediamo un prospetto in cui si ipotizza un costo delle capsule di 0,30 € cadauna ed esaminiamo il risparmio con dati concreti.

caffè tabella

Dalla tabella emerge per esempio che un’attività che fa 100 caffè al giorno e paga il caffè in grani 20 € al kg può risparmiare in un anno 5.100 € passando ad una macchina in capsule: ogni singolo caffè le costa 59 cent con la macchina in grani, mentre con quella in capsule 42 cent. Se fa 40 caffè al giorno il risparmio annuo aumenta a 6.600€.

In conclusione: non tutti i locali devono passare al sistema in capsule, ma è certamente una soluzione vantaggiosa per moltissime attività legate alla ristorazione, soprattutto in questo momento storico in cui la bolletta è un problema reale e c’è la necessità di andare a ridurre i costi diminuendo i consumi energetici.

One comment

  1. 1

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.