Articoli

I 50 migliori ristoranti del mondo. La classifica The World's Best Restaurants 2014

The World's 50 Best Restaurants

Quali sono i migliori ristoranti del mondo? Vediamo la classifica 2014 “The World’s 50 Best Restaurants“.

 

 

 

Abbiamo visto di recente qui su Universofood – facendo una classifica comparativa delle diverse guide: Michelin, L’Espresso, Gambero Rosso, Touring – quali sono i migliori ristoranti italiani nelle classifiche 2014. E i migliori ristoranti di tutto il mondo? La classifica dei ristoranti più importante a livello internazionale è quella dei “The World’s 50 Best Restaurants“, pubblicata ogni anno dalla rivista britannica Restaurant e basata sui voti di una giuria composta da 900 giurati tra chef, giornalisti enogastronomici e operatori di settore (nell’ambito del “The World’s 50 Best Restaurants” c’è anche un premio speciale per la migliore chef donna del mondo, vinto quest’anno dalla brasiliana Helena Rizzo).

 

 

Di seguito riportiamo la classifica 2014 dei 50 migliori ristoranti del mondo. Vince il ristorante Noma di Copenaghen, seguito al secondo posto da El Celler de Can Roca di Girona (Spagna) e al terzo posto dall’Osteria Francescana di Modena (chef Massimo Bottura, naturalmente primo nelle classifiche italiane). Oltre all’Osteria Francesca di Bottura, ci sono altri due ristoranti italiani tra i primi cinquanta del mondo: il Piazza Duomo di Alba in provincia di Cuneo (che Enrico Crippa) al trentanovesimo posto e Le Calandre di Rubano in provincia di Padova (chef Massimiliano Alajmo).

 

 

I 50 MIGLIORI RISTORANTI DEL MONDO

 

1. Noma (Copenaghen, Danimarca)

2. El Celler de Can Roca (Girona, Spagna)

3. Osteria Francescana (Modena, Italia)

4. Eleven Madison Park (New York, Stati Uniti)

5. Dinner by Heston Blumenthal (Londra, Regno Unito)

6. Mugaritz (San Sebastián, Spagna)

7. D.O.M. (São Paulo, Brasile)

8. Arzak (San Sebastián, Spagna)

9. Alinea (Chicago, Stati Uniti)

10. The Ledbury (Londra, Regno Unito)

 

11. Mirazur (Menton, Francia)

12. Vendôme (Bergisch Gladbach, Germania)

13. Nahm (Bangkok, Thailandia)

14. Narisawa (Tokyo, Giappone)

15. Central (Lima, Perù)

16. Steirereck (Vienna, Austria)

17. Gaggan (Bangkok, Thailandia)

18. Astrid y Gaston (Lima, Perù)

19. Fäviken Magasinet (Järpen, Svezia)

20. Pujol (Città del Messico, Messico)

 

21. Le Bernardin (New York, Stati Uniti)

22. Vila Joya (Albufeira, Portogallo)

23. Restaurant Frantzén (Stoccolma, Svezia)

24. Amber (Hong Kong, Cina)

25. L’Arpège – Parigi, Francia)

26. Azurmendi (Larrabetzu, Spagna)

27. Le Chateaubriand (Parigi, Francia)

28. Aqua (Wolfsburg, Germania)

29. De Librije (Zwolle, Paesi Bassi)

30. Per Se (New York, Stati Uniti)

 

31. L’Atelier Saint-Germain (Parigi, Francia)

32. Attica (Melbourne, Australia)

33. Nihonryori RyuGin (Tokyo, Giappone)

34. Asador Etxebarri (Atxondo, Spagna)

35. Martin Berasategui (Lasarte-Oria, Spagna)

36. Maní (São Paulo, Brasile)

37. Restaurant Andre (Singapore)

38. L’Astrance (Parigi, Francia)

39. Piazza Duomo (Alba, Italia)

40. Daniel (New York, Stati Uniti)

 

41. Quique Dacosta (Denia, Spagna)

42. Geranium (Copenaghen, Danimarca)

43. Schloss Schauenstein (Fürstenau, Svizzera)

44. French Laundry (Yountville, Stati Uniti)

45. Hof Van Cleve (Kruishoutem, Belgio)

46. Le Calandre (Rubano, Italia)

47. The Fat Duck (Bray, Regno Unito)

48. The Test Kitchen (Città del Capo, Sudafrica)

49. Coi (San Francisco, Stati Uniti)

50. Waku Ghin (Singapore)

 

 

(Luigi Torriani)

 

 

0 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.