News

Le Marche Commerciali in continua crescita

La Marca Commerciale è cresciuta a ritmo sostenuto nel 2010 e ha incrementato le vendite a valore del 6,5% rispetto all’anno precedente (fonte dati: Symphony IRI – LCC); è quanto è emerso dall’edizione 2011 del Rapporto Annuale Sulla Marca Commerciale, presentato in apertura di MarcabyBolognaFiere, il 19 gennaio.

Un dato decisamente positivo, soprattutto se paragonato al trend negativo registrato dalle marche industriali (-0,5%) nello stesso periodo. La quota di vendita delle marche commerciali è in continua espansione e ha raggiuntonel 2010 il 15,4 % delle vendite a valore nel comparto del largo consumo confezionato.

LA GEOGRAFIA DELLE VENDITE: Per quanto riguarda la geografia delle vendite della marca commerciale, il Nord Ovest si conferma l’area che genera più di 1/3 delle vendite totali. Si conferma anche nel 2010 la maggiore penetrazione della marca privata del Centro Italia, che raggiunge il 17,2% in quota, e nel Nord Est, che registra una quota del 17%; queste risultano altresì le aree nelle quali la quota di mercato cresce maggiormente registrando un incremento di un punto percentuale rispetto al 2009. Nonostante persista una debolezza nelle aree del Sud, dove le vendite realizzate pesano per un 12,9%, queste tuttavia sperimentano il più consistente incremento delle vendite a valore della marca commerciale: +9,2% rispetto al 2009, dato ancora più significativo, se confrontato con il dato medio relativo alla marca commerciale, che registra +6,5% ricordiamo, e con le performance del mercato del LCC complessivamente considerato, che al Sud registra le performance peggiori (-1%).

IL FATTURATO PER CANALI DI VENDITA: La marca commerciale raggiunge quasi i 6,4 miliardi di euro di fatturato nel 2010, nelle due principali canalizzazioni, ipermercato e supermercato, (nel 2009 erano 5,5 mld euro). Il canale supermercato è responsabile del 78,2 % delle vendite dei prodotti a marca commerciale, e si conferma il più performante in termini sia di penetrazione, registrando una quota del 15,8%, rispetto 14% del canale Ipermercato, ed una crescita delle vendite a valore del 7,3%, rispetto al 4,3% del canale Ipermercato.

LA RIPARTIZIONE DELLE VENDITE PER REPARTO MERCEOLOGICO: In termini di ripartizione delle vendite per reparto merceologico, l’ortofrutta, il fresco e il freddo, nell’ordine, risultano i reparti più performanti, se confrontati con la media di mercato; questi registrano anche la maggior crescita della quota di vendita della marca commerciale rispetto al 2009: +1,4 punti per l’ortofrutta, +1 per il fresco e +0,9 per il freddo. In termini di incremento nelle vendite generate si registrano buone performance della marca commerciale, nei reparti Ortofrutta, che rispetto al 2009 incrementa dell’ 11,2% le vendite a valore, nel Fresco a peso fisso, che registra il +10,2 % di vendite a valore, e Cura Persona con un +9,6% a valore.

LA PRESSIONE PROMOZIONLE: Nel corso del 2010 la pressione promozionale media della marca commerciale è aumentata, ma a tassi di crescita inferiori rispetto al 2009, ed in linea con il dato medio di mercato. In particolare, a differenza dell’anno passato, si registra una crescita della pressione promozionale sulla marca commerciale inferiore nel canale super rispetto al canale iper (+0,4% vs +1,4%). Nel canale supermercato, la crescita del ricorso alla promozione sulla marca commerciale ha registrato valori relativi inferiori a quelli medi a livello di mercato totale (+0,4% vs +0,9%). Tra le tipologie di marca commerciale, si registra una crescita della promozionalità maggiore della media di mercato per i primi prezzi, le marche premium, e bio che incrementano rispettivamente di 1,4, 1,3 e 1,1 punti percentuali la pressione promozionale rispetto al +1 totale LCC. Infine, considerando l’indice dei prezzi nei prodotti a marca privata in relazione ai dati medi di mercato, le marche Premium e Bio si posizionano sopra il livello medio dei prezzi del mercato del LCC, rispettivamente di 24 e 25 punti percentuali. Si segnala un consistente aumento nel posizionamento di prezzo della marca Bio rispetto al 2009.

(Da www.beverfood.net)

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.