News

Pasta. Di Martino acquisisce Grandi Pastai Italiani

Grandi Pastai Italiani Grandi Pastai Italiani

La pasta di Gragnano “compra” i tortellini: Pastificio Di Martino ha acquisito la maggioranza di Grandi Pastai Italiani, con un investimento nel Nord Italia che arriva dal Sud. È la prima volta che un’azienda di pasta secca ne acquisisce una di pasta fresca.

Pastificio Di Martino è una storica azienda di Gragnano (Napoli), fondata nel 1912 e oggi partner ufficiale di Slow Food Italia e della James Beard Foundation di New York. L’azienda è in crescita e ha già acquisito tre anni fa un altro marchio storico del Made in Italy, il Pastificio Antonio Amato. Ora, a maggio 2017, una nuova operazione: Pastifico di Martino ha acquisito una partecipazione di controllo pari al 66,67% in Grandi Pastai Italiani S.p.a, l’azienda emiliana di pasta fresca e tortellini fondata nel 1961 e che la proprietà di diversi marchi importanti del settore (tra cui Bertarini, Italgnocchi, Le Delizie del Pastaio, Pasta di Casa Mia). L’operazione è avvenuta con aumento di capitale sociale di 7 milioni, ed è stata conclusa con Tavola Emiliana, società partecipata da Par.Co S.p.a che detiene il controllo di GPI – Grandi Pastai Italiani.

Il Pastificio Di Martino diventa a questo punto uno dei primi player nazionali nella produzione della pasta, con un fatturato annuo di 150 milioni, con l’obiettivo dichiarato di arrivare a 250 milioni in tre anni, e con sei centri produttivi: Gragnano, Pastorano e Salerno in Campania, Correggio e San Martino in Rio in Emilia Romagna, Sesto ed Uniti (Lombardia). Giuseppe Di Martino, amministratore delegato del Pastificio Di Martino, ha dichiarato: “da Gragnano, la città della pasta, alla patria della pasta fresca; affrontiamo questa nuova sfida, con la passione di sempre. Una tradizione che continua, di pastaio in pastaio, che porterà la nostra azienda a un fatturato di 250 milioni di euro in tre anni, diffondendo le due più famose tradizioni gastronomiche del Belpaese anche all’estero”.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>