Food

La nuova cucina del Nord. Il libro con le migliori ricette della Scandinavia

Si intitola “La nuova cucina del Nord” il libro di Simon Bajada che racconta la cultura gastronomica e culinaria di Danimarca, Svezia, Norvegia, Finlandia e Islanda.

Il libro – ricco di immagini – è stato pubblicato a settembre 2016 nell’edizione italiana da Guido Tommasi Editore, ed è acquistabile in tutte le librerie e in tutti gli store online. È un testo importante perché è l’unica monografia completa sulla cucina del Nord Europa disponibile in lingua italiana, e racconta nel dettaglio le basi di una cultura gastronomica molto lontana dalla nostra. Una cultura nella quale non esiste l’olio di oliva, che è sostituito sempre dal burro o dall’olio di colza. L’aceto di vino e l’aceto balsamico non vengono utilizzati, e al loro posto troviamo l’aceto di malto, l’aceto di frutta e un’essenza molto acida chiamata attiksprit. Lo zucchero trova posto in quasi tutti i piatti, e “la componente chiave della nuova cucina scandinava è l’equilibrio di dolce e salato”, mentre le lavorazioni tipiche sono l’affumicatura, la salatura e il sottaceto, e gli ingredienti irrinunciabili sono il cetriolo e la cipolla rossa.

Gli “smorrebrod” – i panini aperti (preferibilmente di segale) farciti con i più disparati ingredienti – sono una moda nordica ormai entrata nella tradizione, ed è molto interessante per il pubblico italiano provare le ricette suggerite nel libro, come il panino con aringhe sottaceto, insalata di uova, ravanelli e dragoncello, il panino con pollo affumicato, mele, carote sottaceto, nocciole e broccoli crudi, o il panino con crema al crescione, salmone affumicato, cetriolo sottaceto, aneto e patatine. Sono molte poi le ricette – classici e proposte più recenti – sia di terra che di mare, oltre a un ricco capitolo conclusivo sui dolci e una parte sulle ricette “dalla foresta”, con proposte come il “cervo con prugne grigliate e sedano” e il “pancakes al pino e polline”. Mancano nel libro ricette a base di carne di balena, che pure in Norvegia è venduta e da alcuni apprezzata, ma – a parte questa mancanza – il volume è da consigliare, per i contenuti e anche per l’ottimo apparato iconografico.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.